Amici del Museo Civico Archeologico di Bologna - Esagono

Associazione Culturale fondata nel 1964

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View Privacy Policy

    View e-Privacy Directive Documents

    You have declined cookies. This decision can be reversed.

Annotazioni culturali

La Necropoli Vaticana, con la tomba dell'Apostolo Pietro, i lacerti delle fondamenta della Basilica Costantiniana, il mosaico del saccello dei Giulii con la figura del Dio Sole-Cristo a tessere auree, manifestazioni di sincretismo religioso.

La mostra milanese Costantino 313 d.C., porta come logo una laminetta aurea con gli occhi separati dalla croce (ex voto?) rinvenuta presso la tomba di Pietro. Oro che, unitamente alla porpora, sarà simbolo imperiale, in questo straordinario tempo di transizione sociale, politico e religioso.

Un filo d'oro ha quindi collegato queste due recenti visite culturali dell'Associazione...

Nel corso della gita culturale a Treviso, un'istantanea, come un flash, ha collegato un avvenimento storico recentissimo, le dimissioni di Papa Ratzinger, Benedetto XVI, con la raffigurazione di un evento leggendario, ma del tutto simile, rappresentato in un affresco del ciclo di Storie di S.Orsola, nella chiesa di S.Caterina, ora Museo, ma trasferito dalla chiesa di S.Margherita degli Eremitani. Evento leggendario, perchè il Papa Ciriaco che abdica togliendosi dalla testa la tiara, in un atto inequivocabile e di grande espressività, è assolutamente sconosciuto dalla storiografia, ritenendosi quindi una figura di invenzione di Jacopo da Varagine che, nella sua Legenda Aurea racconta il martirio di S.Orsola e di Papa Ciriaco che la segue. Ma Tomaso da Modena affresca questo ciclo, uno dei capolavori assoluti dell'arte italiana del 1300, attorno al 1355, ed abbastanza recenti erano state le dimissioni, quindi il ricordo, di Celestino V, condannato e reso famoso da Dante. Ci appare tutta la grandezza di Tomaso nella gestualità e raffigurazione dei volti dei Cardinali che attorniano Ciriaco, ora non più Papa, che ha comunicato liberamente e pubblicamente la sua intenzione. Stupore, soddisfazione, perplessità, invocazione, consultazione di un volume (codice di diritto canonico?) rendono questo riquadro, memore della lezione di Vitale da Bologna, una testimonianza straordinaria del realismo pittorico padano del tardo-gotico e delle vicende, remote e attuali, di storia umana.

 

In Grecia. Racconti da viaggiatori.

Il viaggio in Grecia, in un periodo difficile per questa terra che ci è madre, come del resto per l’Europa tutta, vuole cogliere con un itinerario variegato tre realtà della storia dell’Ellade.

L’Attica, con Atene ed i suoi nuovi, restaurati  Musei, il Nazionale e dell’Acropoli, ed il mare del Golfo Saronico nell’Egeo, su cui Atene fondò la propria talassocrazia.

Il Peloponneso, centro della potenza micenea, con Micene, Nauplia, cariche di storia e di ricordi archeologici ottocenteschi.

E poi verso Nord, attraversando tutta la Grecia Orientale, costeggiando l’Eubea, osservando luoghi mitici della storia umana dell’Occidente, Maratona, Termopili, l’Olimpo.

Per giungere in Macedonia, alla città terminal della via Egnatia, che congiungeva Roma con l’oriente: Salonicco con le sue chiese e pitture bizantine.

Quindi estendersi a Est, oltre la penisola Calcidica, verso l’antica Tracia, Amphipolis e Filippi. Si conclude con la visita che forse vale il viaggio, le tombe reali Macedoni con il nuovo, avveniristico Museo; tomba di Filippo II, padre di Alessandro, con le ricche deposizioni auree e gli affreschi, prototipi della grande pittura ellenistica.

Quattro conferenze di preparazione al viaggio: due verranno tenute dal prof. Sergio Pernigotti, Emerito dell’Università di Bologna, sui rapporti fra Egitto e Grecia, culturali ed artistici;  Alessandra Lelli tratterà sui lati oscuri della morte di Alessandro Magno; Giandomenico Belvederi su viaggi e viaggiatori nell’antica Grecia: miti ,arte, atmosfere.

 

 

Giandomenico Belvederi