Amici del Museo Civico Archeologico di Bologna - Esagono

Associazione Culturale fondata nel 1964

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View Privacy Policy

    View e-Privacy Directive Documents

    You have declined cookies. This decision can be reversed.

Editoriale del Presidente

Tratto dal Notiziario n°18 (Aprile-Giugno 2015 

Viviamo in una Nazione in cui gli anniversari sono snobbati, o dimenticati, o tristi come un obbligo fastidioso.

Per gli Amici del Museo Archeologico-Esagono, no.

Viviamo questa ricorrenza, il cinquantenario, nella maniera migliore.

Il ventaglio delle conferenze ed incontri abbraccia tutto il sapere di Archeologia e non solo. Si sono ripristinati rapporti con Docenti che il tempo aveva opacato, sulla scia di ricordi comuni.

Il tutto si è esaltato in occasione del pranzo degli auguri, un incontro che la vicinanza delle feste ha colorato di affetto familiare. Vedremo se vi sarà la possibilità di raccogliere in un cd tutte le conferenze; la loro alta qualità lo merita e sarebbe un ricordo da conservare nella propria biblioteca.

Il viaggio in Borgogna chiude, in un certo senso, le celebrazioni. È una gita culturale tipica degli “amici esagonali”: il docente di archeologia celtica, amico della nostra Associazione, che ci guida in loco, e la visita ad architetture e sculture romanico-gotiche e rinascimentali, ad attestare la variegata gamma di interessi. Naturalmente ben consci di percorrere una regione famosa per i suoi vini!

La meta del viaggio al termine dell’anno sociale è stata ampiamente dibattuta con proposte veramente interessanti. Si è scelto un itinerario pugliese, la terra dei Dauni, Eucezi, Iapigi, la cui forbice temporale va dai Menhir al barocco più avanzato; è anche il viaggio che garantisce, in pullman, maggiore tranquillità e comodità (gli anni passano!).

Chiudo queste note ribadendo una profonda soddisfazione ed orgoglio.

Soddisfazione per la partecipazione dei soci quale non si era mai vista, orgoglio per l’alto profilo culturale e l’interesse suscitato.

Soddisfazione ed orgoglio che generano la gioia di appartenere alla nostra Associazione.

 

Giandomenico Belvederi