Amici del Museo Civico Archeologico di Bologna - Esagono

Associazione Culturale fondata nel 1964

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View Privacy Policy

    View e-Privacy Directive Documents

    You have declined cookies. This decision can be reversed.

Editoriale del Presidente

Tratto dal Notiziario n°22 (Febbraio/Giugno 2017) 

Tempo di bilanci, tempo di programmazioni. La tornata di fine anno è utilizzabile per valutare attività e percorsi culturali, rapportandoli alla ragion d'essere dell'Associazione e all'evolversi degli eventi esterni. E' stato utile a questo fine il questionario inviato ai Soci, anche se era auspicabile una risposta maggiore del 25%; per cui è desiderabile una maggior presenza degli Amici in Sede, direttamente negli orari di Segreteria o alternativamente per via telematica, dato l'apprezzamento unanime del sito internet. Il Notiziario è importante non solo come via di comunicazione del calendario delle iniziative, ma soprattutto come specchio della vita associativa. A questo proposito va sempre, sempre, rammentato il privilegio di possedere una Sede prestigiosa in cui incontrarsi, come ad esempio per il post-conferenza, e ci mancherebbe!

Consensi anche per i viaggi/gite culturali, per la loro particolarità e qualità, che li differenzia dagli altri in commercio, non fosse altro che per l'inquadramento culturale conoscitivo che li precede. A questo proposito emergono le due ultime “trasferte” che hanno connotato in modo significativo l'ultimo periodo dell'anno trascorso. A Caserta, con visita alla Reggia e concerto del “nostro” Coro Athena nella Cappella Palatina, ospiti del Direttore Mauro Felicori, cui va il nostro ringraziamento e plauso. A Leiden, per l'inaugurazione del Museo Archeologico dell'Università, dopo la Mostra di Bologna, con la guida preziosa di Daniela Picchi, egittologa. Due eventi straordinari, che hanno contrassegnato l'essenza stessa degli Amici del Museo Civico Archeologico-Esagono, la loro ragion d'essere in simbiosi con il Museo e con la vita del Museo.

E' bene ricordare a questo punto che la programmazione delle nostre iniziative, in primis le conferenze, si integra con quella del Museo Archeologico, per cui i rispettivi programmi si intrecciano e vanno seguiti con pari fedeltà, tenuto conto dell'alta professionalità dei docenti. Il 2016 si è chiuso con una immensa soddisfazione, grazie a Paola Giovetti, Direttrice del Museo: sarà esposta, negli spazi della sezione egittologica, la collezione donata da Don Nevio Ancarani, di documenti e reperti epigrafici del Vicino Oriente Antico, per la quale l'Associazione si è fattivamente impegnata, con il catalogo, curato dall'équipe del Prof. Marchetti; il Museo Archeologico sarà l'unico in Regione a possedere ed esporre reperti di questi territori tormentati.

La programmazione e le attività sono esposte in queste pagine e si integreranno con quelle del Museo, come già detto, e con eventuali mostre ed eventi al momento non comunicati ufficialmente. Uno sguardo sempre attento ed affettuoso su Bologna, un panorama vasto che arriva all'Estremo Oriente ed alle culture precolombiane, gli Etruschi dell'Italia centrale e la Magna Grecia , questi i prossimi itinerari di viaggio. Dato che le sale espositive museali rimarranno chiuse per importanti lavori di ristrutturazione, gli incontri domenicali “Caffè al Museo” si terranno nei Musei Civici, occasione di approfondimento delle conoscenze bolognesi. Una novità, peraltro esplicitamente richiesta nei questionari, è l'attenzione verso argomenti di contemporaneità. Si inizierà con una indagine sui rapporti fra il nostro Morandi e la pittura antica, per poi accostarci al mare magnum dell'impressionismo, complice la grande Mostra di Treviso; la sfida è saper vedere, non guardare, con occhi nuovi ed interpretare, dall'antichità ad oggi, senza soluzioni di continuità.

Questo editoriale si chiude con un invito: come l'anno 2017 è iniziato con l'usuale spettacolo dei burattini, in una nuova spettacolare scenografia, merito del nostro Augusto, dando vita agli spazi museali con i giovanissimi e non solo, così è vitale per l'Associazione frequentare la Sede, intrattenersi con discussioni, proposte, chiacchiere ed accogliere persone interessate, nella prospettiva di nuovi Amici Esagonali.

Un augurio ed un abbraccio a tutti.

Giandomenico Belvederi